Discussion:
@ Cantiere: Libertà digitale e di espressione, controllo e conflitto nella rete
(too old to reply)
c***@cantiere.org
2009-06-04 12:58:37 UTC
Permalink
Venerdì 5 giugno 2009

In Cantiere dalle 18 dibattito sulle nuove frontiere di controllo e conflitto nella rete, di fronte agli attacchi alla libertà di espressione in Internet e al P2P.
In terverranno:
Lele Rozza,
Adam Arviddson (professore associato dell'Università di Milano),
Matteo Giacomo Jori (avvocato e docente presso la facoltà di Giurisprudenza della Statale di Milano),
LCD-Libere Culture Digitali,
Gnu-funk - Csa Barattolo

Vai alla features: http://www.cantiere.org/component/option,com_eventlist/Itemid,164/id,60/view,details/

Il 5 giugno sarà il P2P Day, il giorno dedicato al lato proibito di Internet e indetto dal mondo del mediattivismo a seguito dell'introduzione in Francia della legge Sarkozy e delle proposte avanzate dal governo italiano all'interno del pacchetto sicurezza. Il presidente francese ha infatti deciso di dichiarare guerra alla pratica dello scambio di file, introducendo sanzioni per i download non autorizzati che vanno dalle multe alla disconnessione forzata da Internet, mentre il governo italiano ha tentato di introdurre norme tese a creare una censura di fatto su blog e siti internet in base al loro contenuto.
Mosse che da un lato vanno ad appoggiare la nuova linea delle varie major, che, visti i cali delle vendite, hanno deciso non di rendere le opere più accessibili da un punto di vista economico e della fruibilità, bensì di ingaggiare un'esplicita battaglia a favore del copyright, mirando a colpire il diritto alla condivisione di arte e saperi per incrementare i propri profitti; dall'altro cercano di sferrare un attacco alle potenzialità di dissenso e conflitto offerte dal mondo digitale, celandosi dietro l'abusato baluardo della sicurezza.

Le risposte a queste politiche si giocano da anni nelle pieghe della rete sul terreno della diffusione dell'open source, di software p2p e licenze basate sulla pratica del copyleft, tese alla libertà di accedere ai saperi senza limiti.

Di fronte al tentativo di diffondere a livello europee politiche liberticide e repressive nei confronti della rete, quali pratiche possono essere messe in campo in modo nuovo per favorire il conflitto a e difendere il diritto a diffondere e condividere cultura libera?

Un dibattito sulle nuove frontiere e strategie di conflitto del mondo del mediattivismo con Lele Rozza, il professore associato dell'Università di Milano Adam Arvidsson, l'avvocato e docente dell'Università di Milano Matteo Giacomo Jori e l'associazione LCD-Libere Culture Digitali.


--- Attenzione! ---
Il messaggio conteneva allegati e/o HTML non ammessi in questa lista
---


-------------------------------------------[ RK ]
+ http://liste.rekombinant.org/wws/subrequest/rekombinant
+ http://www.rekombinant.org

Loading...