Discussion:
COME SI CURA IL NAZI
(too old to reply)
franco berardi
2009-05-18 09:04:33 UTC
Permalink
Giovedì 21 maggio ore 21.30
al MODOInfoshop di Via Mascarella 24
Presenterò
COME SI CURA IL NAZI
Edizioni Ombre corte

E’ in libreria la nuova edizione di Come si cura il nazi, un libro che
pubblicai la prima volta nel 1993.
Come essere liberi in un mondo di serbi e croati, mi chiedevo allora,
cercando di capire perché il fascismo stava diffondendosi come un
flagello del corpo e della mente? E mi chiedevo anche: cos’è il
fascismo oggi, nella tarda modernità?
Il fascismo è una malattia, rispondevo, che nasce dalla paura del
divenire altro, dal bisogno ossessivo e disperato di aggrapparsi ad
una identità. Nel processo di accelerazione globale, nella temnpesta
semiotica e produttiva, le menti povere, fragili, ignoranti hanno
bisogno di aggrapparsi a una fittizia identità. Hanno bisogno di
difendere la merdosa esistenza proprietaria e bianca. Hanno paura ed
aggrediscono.
Leggete le parole con cui si esprimono le menti povere di Casa Pound:

”Kulturbahn è un pugno nello stomaco, un calcio nei denti, un
sovvertimento violento dell'angosciosa normalità
di questa città.
Immaginate una stazione.
Pensate ad un treno dirompente dal motore più potente.
Provate con la mente a costruirvi un frastuono da chiudervi le
orecchie e aprirvi gli occhi su un mondo totalmente differente.
Kulturbahn, kulturBAHN!”

Sono parole di persone che soffrono ma temono la propria sofferenza. E
allora irrigidiscono la muscolatura, e scatenano il rumore aggressivo
entro il quale sperano di nascondersi.
Non dobbiamo essere scortesi con loro, essi sono parte di un problema
immensamente più grande di loro, essi sono portatori di un virus
mortifero che inquina la loro anima trasformandoli in aggressori
stupidi per paura del divenire.
Dobbiamo curare la malattia, non combatterne i portatori.
Questo è il compito terapeutico, poetico e politico che abbiamo di fronte.
Fascismo è la malattia di chi ha paura del divenire altro, paura di
condividere e di riconoscersi, paura di perdersi, piangere e navigare.

Giovedì 21 maggio ore 21.30
al MODOInfoshop di Via Mascarella 24
Presenterò
COME SI CURA IL NAZI
Edizioni Ombre corte

BOLOGNA CITTA’ LIBERA DALL’IGNORANZA
BOLOGNA CITTA’ LIBERA DALLA PAURA
BOLOGNA CITTA’ LIBERA DAL RAZZISMO
CHE E’ PAURA DEL DIVENIRE ALTRO



-------------------------------------------[ RK ]
+ http://liste.rekombinant.org/wws/subrequest/rekombinant
+ http://www.rekombinant.org

Continue reading on narkive:
Loading...